Vi trovate qui: Home / active / Attrattive

Castel Tures – Campo Tures

Il Castello di Tures, completamente arredato e ben conservato, è uno dei castelli più grandi e belli dell'intera regione tirolese. Delle 64 stanze del castello, circa una ventina è rivestita di pannelli decorativi. Di eccezionale valore sono gli affreschi della scuola di Friedrich Pacher nella cappella del castello. Di particolare interesse sono le sale principali, la grande biblioteca, la sala della giustizia, la cosiddetta stanza dei fantasmi, la prigione sotterranea, l'armeria e le numerose stufe in maiolica.

Museo mineralogico – San Giovanni

Il Museo mineralogico di San Giovanni è il risultato di decenni di passione del collezionista della Valle Aurina Artur Kirchler, che ha accuratamente raccolto circa 950 pezzi provenienti dalle Alpi dello Zillertal e dagli Alti Tauri. Oggi il museo è una delle attrazioni più interessanti in Val Pusteria.

Museo delle miniere e centro climatico – Predoi

Il rame venne estratto per 500 anni a Predoi, fino a quando l’attività mineraria fu interrotta nel 1893. Negli anni '90 del XX secolo fu costruita la galleria espositiva Sant’Ignazio. La vecchia ferrovia della miniera è stata ristrutturata e oggi i visitatori possono salire su due vagoni ed entrare nei tunnel.

Oltre al museo delle miniere, qui troverete anche il centro climatico Predoi, un luogo di riposo, relax e ricreazione, a circa 1.100 m all'interno della montagna. Il microclima del tunnel della miniera abbandonata allevia i problemi respiratori e le allergie.

Cascate di Riva – Campo Tures

Il Reinbach è un affluente del fiume Ahr. Sorge sopra Riva di Tures e scorre attraverso la Valle di Riva e la gola di Tobel con le spettacolari cascate di Riva. Le cascate di Riva superiori e intermedie hanno un'altezza di circa 50 m, quelle inferiori sono alte 10-15 m circa. Lungo le cascate di Riva si snoda il sentiero meditativo del Cantico delle creature di San Francesco.

Cappella del Santo Spirito – Casere

La chiesa fu costruita nel 1455 e consacrata dal cardinale Nicola Cusano. È la chiesa più settentrionale d'Italia e un’imperdibile attrazione in Val Pusteria!

Centro visite Vedrette di Ries-Aurina – Campo Tures

Il centro visite fornisce informazioni sulle montagne, i sentieri, i rifugi, i laghi e le cascate del parco naturale. Ad attendere i bambini: fiabe e leggende dei tempi passati.

LUMEN – Museo della fotografia di montagna – Brunico

Sulla vetta del Plan de Corones, a 2.275 metri, nell'edificio della ex stazione a monte della funivia, il museo LUMEN di 1.800 m² offre una fantastica vista sulle cime delle Dolomiti e una panoramica unica del mondo della fotografia di montagna. Le opere delle mostre permanenti e temporanee raccontano in modo avvincente la storia della fotografia di montagna, dalle origini fino ad oggi, e sono davvero imperdibili per gli appassionati di montagna e gli amanti della natura. Vi consigliamo di visitare anche il ristorante adiacente Food & Restaurant AlpiNN del noto chef stellato Norbert Niederkofler.

Messner Mountain Museum Ripa – Brunico

Il Castello di Brunico in Val Pusteria, non lontano dalle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, ospita il quinto museo dell'alpinista Reinhold Messner. Il progetto MMM è dedicato ai popoli di montagna di tutto il mondo. Reinhold Messner invita i visitatori a scambiare esperienze con la comunità agricola locale: ogni anno, gli ospiti di una regione montana diversa trascorrono l'estate al MMM Ripa, raccontando storie sulla loro vita, sulla loro cultura, sulla loro religione e sulle loro montagne. Nelle sale del museo vengono esposti oggetti della cultura e della quotidianità delle varie regioni montuose e di diversi popoli (ad esempio di sherpa, indiani, tibetani, mongoli, hunza).

Museo civico di Brunico – Brunico

Il museo espone pezzi di una collezione storica d'arte con sculture e dipinti degli artisti di Brunico Michael e Friedrich Pacher, ma si concentra soprattutto sulla grafica moderna e contemporanea di artisti provenienti dall'ambiente regionale. Vi è, inoltre, una sezione speciale "Grafica e letteratura" con opere di vari artisti contemporanei.

Bergila: Distilleria di olio di pino mugo & giardino delle erbe – Falzes

Da oltre 100 anni, l'azienda a conduzione familiare produce oli essenziali e prodotti a base di erbe. Da maggio a dicembre è possibile dare uno sguardo dietro le quinte durante visite guidate gratuite alla distilleria e passeggiare nel giardino delle erbe.

Dolomythos – San Candido

Siete appassionati di Dolomiti e Alto Adige? Il Dolomythos a San Candido presenta le Dolomiti come uno spazio vivo attraverso diorami, ricostruzioni, modelli tridimensionali e film. Fossili e minerali mostrano le Dolomiti come un ricco archivio di processi geologici: vengono rappresentati vulcani, paesaggi desertici, barriere coralline e bacini di acque profonde nelle varie ere geologiche, così come lo sviluppo della flora e della fauna. Inoltre, vi è un grande spazio dedicato ai bambini e l'opportunità di fare una caccia al tesoro.

Museo provinciale degli usi e costumi – Teodone

Il museo provinciale degli usi e costumi si trova nel cuore della Val Pusteria ed è uno dei luoghi più importanti di Brunico e della zona circostante. Mostra il mondo in cui viveva la popolazione rurale di un tempo – dalla nobiltà terriera al contadino autosufficiente al bracciante. L’elemento centrale è la residenza barocca Mair am Hof ​​con le sue sale maestose e le collezioni folcloristiche. Passeggiate anche nell’area all'aperto con vecchie fattorie originali, negozi di artigianato, giardini e animali domestici.

Museo Archeologico dell'Alto Adige (museo di Ötzi) – Bolzano

Più di 5.000 anni fa, un uomo si arrampicò sui pendii del ghiacciaio della Val Senales e lì trovò la morte. Nel 1991 fu trovato per caso, congelato insieme ai suoi vestiti e ai suoi utensili. Un’esperienza archeologica e un'istantanea unica della vita di un uomo dell'età del rame.

Da marzo del 1998, dopo diversi anni di studi da parte di gruppi di ricerca altamente specializzati, la mummia e gli oggetti con essa ritrovati sono esposti al pubblico nel Museo Archeologico dell'Alto Adige.

Museo di scienze naturali dell’Alto Adige – Bolzano

Il museo di scienze naturali dell’Alto Adige si trova nell'ex residenza ufficiale dell'imperatore Massimiliano I. Su due piani e una superficie totale di circa 1.000 m2 si raccontano il paesaggio e la storia naturale dell'Alto Adige.

Giardini di Castel Trauttmansdorff – Merano

Nei giardini di Castel Trauttmansdorff si trovano piante provenienti da tutto il mondo e vengono ricreati i paesaggi tipici dell'Alto Adige. Le passeggiate si snodano attraverso giardini d’acqua e giardini terrazzati e conducono al giardino sensoriale, al giardino giapponese, ai cactus e alla collina delle succulente e alle piante da coltivazione come l'ulivo e la vite.

Abbazia di Novacella & cantina – Novacella

I visitatori dell’abbazia potranno ammirare un luogo di grande interesse storico e culturale, che comprende la chiesa dell’abbazia, in stile tardo barocco, il chiostro con la volta gotica e gli affreschi di vari artisti, la biblioteca con circa 92.000 volumi e la grande sala in stile rococò. Vi è anche una cantina di proprietà dell’abbazia.

Windschar

5 di 5 Stelle | TripAdvisor